CAMERA DI COMMERCIO

Per le imprese ravennati mezzo milioni di euro con i bandi 2022

Premialità per le aziende in possesso del rating di legalità, giovanili e femminili. Guberti: “Dietro ogni nostra attività, in ogni nostro progetto c’è un preciso obiettivo: quello di fare dell’impresa un elemento chiave di crescita economica per tutto il territorio”

Dopo i primi bandi approvati nelle scorse settimane, la Camera di commercio ha portato a termine il percorso di approvazione di tutti bandi programmati per il 2022.  Facendo seguito agli interventi per la formazione

il lavoro e per la prevenzione delle crisi d’impresa, l’Ente di viale Farini ha approvato ulteriori tre bandi finalizzati a sostenere le nuove imprese e start up, i processi di transizione digitale e l’ottenimento di certificazioni ambientali e sociali tra cui spicca la novità della certificazione di genere, voluta fortemente dal Comitato per l’imprenditoria femminile della Camera di commercio di Ravenna presieduto da Antonella Bandoli.

“In un momento così delicato e complesso come quello attuale è stato fatto uno grande sforzo per poter garantire il massimo investimento possibile per lo sviluppo del territorio e delle sue imprese”. Così Giorgio Guberti, commissario straordinario della Camera di commercio di Ravenna, che ha aggiunto: “Un impegno reso possibile anche grazie ad una gestione oculata, volta al contenimento delle spese di funzionamento dell’ente e finalizzata a poter riversare sul territorio interventi economici importanti negli ambiti che portano maggiore competitività e sviluppo, quali transizione digitale ed ecologica, consolidamento delle nuove imprese, prevenzione delle crisi e sostegno all’inserimento lavorativo dei giovani, promozione di un mercato più equo e sostenibile. Dietro ogni nostra attività, in ogni nostro progetto c’è un preciso obiettivo: quello di fare dell’impresa un elemento chiave di crescita economica per tutto il territorio”.

Grazie agli interventi della Camera di commercio, più di mezzo milione di euro le risorse stanziate complessivamente dall’Ente di Viale Farini, le imprese ravennati potranno, dunque, ottenere un contributo a fondo perduto per le seguenti finalità:

  • Bando a sostegno della creazione d’impresa, i cui termini per la presentazione delle domande sono previsti dalle ore 10.00 del 29 luglio 2022 e fino alle ore 12.00 del 31 gennaio 2023, volto a favorire lo sviluppo del sistema economico locale, attraverso il sostegno alla creazione e consolidamento di nuove imprese;
  • Bando a sostegno di percorsi di certificazioni ambientali, sociali e di parità di genere, i cui termini per la presentazione delle domande sono previsti dalle ore 11.00 del 29 luglio 2022 e fino alle ore 12.00 del 17 febbraio 2023, finalizzato a promuovere l’ottenimento, nel corso del 2022, di una certificazione ambientale, sociale e, novità assoluta, di parità di genere;
  • Bando voucher digitali I4.0, i cui termini per la presentazione delle domande sono previsti dalle ore 10.00 del 27 settembre 2022 e fino alle ore 12.00 del 14 ottobre 2022, sotto forma di voucher a copertura delle spese sostenute (sia consulenza che formazione e acquisto di beni e servizi strumentali) per progetti di innovazione digitale;
  • Bando Formazione e Lavoro, i cui termini per la presentazione delle domande sono previsti dalle ore 12.00 del 20 luglio 2022 e fino alle ore 12.00 del 30 settembre 2022, volto a finanziare azioni di informazione/formazione in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro anche con riferimento alle indicazioni post emergenza, partecipazione a career fair finalizzati ad attività di recruiting nonché ricerca di personale per l’assunzione diretta, percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento (PTCO), stage curriculari, tirocini e apprendistato finalizzati all’avvicinamento dei giovani al mondo del lavoro;
  • Bando per la prevenzione della crisi d’impresa, i cui termini per la presentazione delle domande sono previsti a partire dalle ore 10.00 del 20 luglio 2022 e fino alle ore 12.00 del 14 ottobre 2022, volto a diffondere la conoscenza di tutti gli strumenti giuridici, finanziari ed economici idonei a prevenire lo stato di crisi, d’insolvenza e di liquidazione delle imprese anche in relazione alla prevista entrata in vigore della riforma del Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza.

Beneficiarie dei contributi sono le micro, piccole e medie imprese attive, che abbiano la sede legale e/o unità locali interessate dagli investimenti nella provincia di Ravenna e che siano in regola con le normative sulla salute e sicurezza sul lavoro e con il pagamento del diritto annuale. 

Per maggiori informazioni: Ufficio Promozione della Camera di commercio (e-mail bandiripartenza@ra.camcom.it, sito  www.ra.camcom.gov.it).

 

Metromappa dei Servizi

Europe, Rome

 

 


 


I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.