NOVITÀ FISCALI 2021

PER CITTADINI, IMPRESE E PROFESSIONISTI

Con l’approvazione nel mese di dicembre scorso della Legge di Bilancio 2021 (Legge n. 178/2020), e del Decreto Milleproroghe e con l’entrata in vigore di vari provvedimenti emanati nell’arco

dell’anno 2020, a partire dal 2021, numerose novità legislative impatteranno su cittadini, imprese e professionisti.

Di seguito alcune delle misure di maggior rilievo.

 

FISCO 

Cedolare secca (legge di Bilancio)

La cedolare secca al 21% sarà applicabile fino ad un massimo di quattro immobili. Se verrà oltrepassato tale valore soglia, si passerà alla tassazione ordinaria IRPEF, ed inoltre l’attività di locazione, da chiunque esercitata, verrà presuntivamente considerata attività imprenditoriale, con l’effetto che sarà obbligatorio esercitarla tramite partita IVA.

Semplificazioni fiscali (legge di Bilancio)

I titolari di partita IVA con volume d’affari non superiore a 400.000 euro in caso di esercizio di attività la prestazione di servizi, e 700.000 euro, per le imprese che esercitano altre attività, potranno annotare trimestralmente e non ogni mese le fatture nei registri IVA, con le stesse tempistiche previste per la liquidazione dell’IVA.

Nuovi codici per la fattura elettronica (provvedimento Ag.E. del 20.4.20)

A partire dal 1° gennaio 2021 diviene obbligatorio l’utilizzo dei nuovi tracciati per la fattura elettronica in cui vengono inseriti nuovi codici natura e tipo documento indispensabile per l’Agenzia Entrate nella predisposizione delle bozze dichiarazioni Iva precompilata.

Restyling delle sanzioni scontrino elettronico (legge di Bilancio)

La Manovra 2021-2023 adegua alle evoluzioni tecnologiche le sanzioni previste per lo scontrino elettronico ed in particolare:

  • viene fissato nell’ultimazione dell’operazione il termine per la memorizzazione elettronica dei dati dei relativi corrispettivi e la consegna, a richiesta del cliente, dei documenti che attestano l’operazione stessa (documento commerciale e fattura);
  • viene prevista una sanzione, pari al 90 per cento dell’imposta, qualora i dati dei corrispettivi dell’operazione non siano regolarmente memorizzati o trasmessi, ricomprendendo in tale locuzione tutte le ipotesi che si possono verificare (ossia omessa, tardiva e/o infedele memorizzazione e omessa, tardiva e/o infedele trasmissione), tanto singolarmente, quanto cumulativamente. La mancata o tardiva memorizzazione, nonché la memorizzazione di dati incompleti o non veritieri (“infedele”) sono dunque violazioni sanzionate nella medesima misura, ferma restando l’applicazione di un’unica sanzione pur a fronte di violazioni inerenti i diversi momenti (memorizzazione e trasmissione) dell’adempimento individuato dall’articolo 2, comma 1, del decreto legislativo 5 agosto 2015, n. 127 come unitario;
  • viene disposta una sanzione attenuata ed in misura fissa per la violazione consistente nella sola omessa o tardiva ovvero infedele (con dati incompleti o non veritieri) trasmissione, quando la stessa non incide sulla liquidazione del tributo.

Inoltre viene inoltre disposto che non si applica il ravvedimento operoso nel caso di sanzione per omessa memorizzazione dei corrispettivi o memorizzazione con dati incompleti o inesatti, quando la violazione è già stata constatata.

Divieto di fatturazione elettronica per le prestazioni sanitarie (legge di Bilancio)

Viene confermata anche per l’anno 2021 il divieto di emettere fattura elettronica per prestazioni sanitarie nei confronti delle persone fisiche.

Rivalutazione delle partecipazioni e terreni (legge di Bilancio)

Nuova opportunità per l’affrancamento del valore dei terreni (aree edificabili) e delle partecipazioni (non quotate) possedute al 1° gennaio 2021 al di fuori del regime di imprese da parte di persone fisiche, società semplici ed enti non commerciali mediante pagamento dell’imposta sostitutiva che viene calcolata, per ambedue le tipologie di attività da rivalutare, con l’aliquota dell’11%.

Cartelle di pagamento - accertamenti e pagamenti rate 2020 sospese per Covid (Dl 18/2020) 

Da gennaio ripartiranno le notifiche di tutti gli atti della riscossione (cartelle – accertamenti – avvisi bonari) rimasti congelati dall’8 marzo 2020 causa emergenza Covid. Per le rate dei piani di dilazione non versate nel 2020 la scadenza in cui recuperare tutti gli importi dovuti è il 31.1.2021. Mentre il termine per saldare le rate della pace fiscale (rottamazione ter e saldo e stralcio) dovute nel 2020 è fissato al 1° marzo 2021.

Esenzione IRPEF redditi agrari (legge di Bilancio)

Proroga all’anno d’imposta 2021 per  l’esenzione Irpef (totale) per i redditi dominicali ed agrari riferiti a terreni di coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali (IAP) iscritti nella previdenza agricola.

IVA agevolata su take away e delivery (legge di Bilancio)

Viene prevista l’applicazione dell’IVA ridotta al 10% anche per il cibo da asporto e la consegna al domicilio.

Plastic e sugar tax  (legge di bilancio)

Si modificano la disciplina della plastic tax, prorogando la sua entrata in vigore dal 1° luglio 2021 e della sugar tax, estendendo la platea dei soggetti obbligati al pagamento dell’imposta, attenuando le sanzioni amministrative applicabili in caso di mancato adempimento e posticipandone la decorrenza al 1° gennaio 2022.

 

CASE E IMMOBILI 

Bonus casa ordinari (legge di Bilancio)

Prorogate di 12 mesi, fino al 31.12.2021 le detrazioni sugli interventi sul patrimonio immobiliare inerenti a:

  • recupero edilizio;
  • sisma-bonus;
  • risparmio energetico;
  • bonus giardini;
  • bonus facciate;
  • bonus sull’acquisti di mobili ed elettrodomestici per lavori iniziati nell’anno 2020, viene elevato il massimale di spesa a euro 16mila

Superbonus casa 110%  (legge di Bilancio)

Viene prorogato al 30.06.2022 con la possibile estensione fino a tutto il 2022 per i lavori già realizzati al 60% o con SAL aperto.

Bonus idrico (legge di Bilancio)

Agevolazione destinata alle persone fisiche residenti in Italia, pari a 1.000 euro per ogni beneficiario, da impiegare entro il 31 dicembre 2021, riguarda interventi di rimpiazzo di vasi sanitari in ceramica con nuovi apparecchi a scarico ridotto e di apparecchi di rubinetteria sanitaria, soffioni doccia e colonne doccia esistenti con apparecchi a limitazione di flusso d’acqua, su edifici esistenti, parti di edifici esistenti ovvero singole unità immobiliari. 

Bonus per depuratori acqua (legge di Bilancio)

Viene istituito un credito d’imposta per l’acquisto di sistemi di filtraggio, mineralizzazione, raffreddamento e addizione di anidride carbonica alimentare E290 e miglioramento qualitativo delle acque per consumo umano erogate da acquedotti.

I beneficiari sono le persone fisiche, i soggetti esercenti attività d’impresa, arti e professioni, e gli enti non commerciali, compresi gli enti del Terzo settore e gli enti religiosi civilmente riconosciuti.

Il beneficio spetta nella misura del 50% delle spese sostenute, dal 1° gennaio 2021 al 31 dicembre 2022, fino ad un ammontare complessivo non superiore a:

-   per le persone fisiche non esercenti attività economica > 1.000 euro per ciascuna unità immobiliare;

- per gli altri soggetti > 5.000 euro per ciascun immobile adibito all’attività commerciale o istituzionale. 

Contributi ai locatori (legge di Bilancio)

Viene previsto per i locatori di immobili ad uso abitativo situati nei comuni ad alta tensione abitativa, in cui l’inquilino ha posto l’abitazione principale, un contributo pari al 50 % dello sconto applicato sulla locazione (entro il limite massimo di euro 1.200 per locatore).  

 

PROFESSIONISTI 

Indennità autonomi con P. Iva iscritti alla gestione separata Inps (legge di Bilancio)

E’ stata introdotta un’indennità (Iscro) per lavoratori autonomi iscritti alla sola gestione separata Inps con redditi entro 8.145 euro, con partita Iva aperta da almeno 4 anni, privi di trattamento pensionistico diretto e che registrano nell’anno precedente a quello di presentazione della domanda, un calo del 50% della media dei redditi da lavoro autonomo conseguiti nei tre anni precedenti.

L’importo oscilla da 250 euro al mese agli 800 euro al mese. 

Esonero contributivo per professionisti (legge di Bilancio)

Per i professionisti con redditi fino euro 50mila nel 2019 ed un calo del fatturato di almeno il 33% tra il 2020 e il 2019 viene concesso l’esonero dai contributi previdenziali.

 

REDDITI IMPRESA 

Esenzione IMU settore turismo e spettacolo (legge di Bilancio)

Tra le misure introdotte in favore del settore turistico e dello spettacolo – tra i  più colpiti dal Covid – viene riproposta l’esenzione della prima rata dell’IMU per il 2021, relativamente ai seguenti immobili:

  • stabilimenti balneari e stabilimenti termali; alberghi, pensioni, agriturismi, villaggi turistici, ostelli, rifugi di montagna, colonie marine e montane, affittacamere, appartamenti per vacanze, bed & breakfast, residence e campeggi;
  • immobili in uso di imprese esercenti attività di allestimento nell’ambito di eventi fieristici o manifestazioni; 
  • discoteche, sale da ballo, night-club.

Sempre che i soggetti passivi siano anche gestori delle attività.

Bonus affitti settore turistico-ricettivo (legge di Bilancio)

Viene prolungata fino al 30.4.2021 il credito imposta sulle locazioni per gli immobili utilizzati da imprese turistiche ricettive ed agenzie viaggio e tour operator.

Credito imposta Ricerche e sviluppo e formazione (legge di Bilancio)

Vengono estesi fino al 31.12.2022 il credito d’imposta per ricerca e sviluppo e spese di formazione piano industria 4.0.

Bonus beni strumentali (legge di Bilancio)

Viene previsto un credito d’imposta per gli investimenti in beni strumentali nuovi tradizionali e\o legati alla digitalizzazione piano industria 4.0 effettuati a partire dal 16.11.2020 e fino al 31.12.2021. 

Nuova Sabbatini (legge di Bilancio)

Nuove risorse e modifiche delle regole relative ai finanziamenti agevolati per beni strumentali.

Moratoria mutui (legge di Bilancio)

La moratoria PMI per prestiti e mutui era stata istituita in via straordinaria dell’articolo 56 del Decreto legge 18/2020: estesa a fine gennaio dal Decreto Agosto, viene ora prorogata fino 31 giugno 2021. Non occorre presentare una nuova domanda: la proroga è automatica per le imprese che avevano già chiesto la moratoria, a meno che non ci sia espressa rinuncia.

Credito d’imposta edicole

Viene confermato il credito d’imposta per le edicole e altri rivenditori al dettaglio di quotidiani, riviste e periodici.

Esenzione Cosap e Tosap (DL ristori 2020)

Esonerati fino al 31.3.2021 i ristoratori e ambulanti dal pagamento della Cosap e Tosap. Inoltre slitta al 31.3.2021 il termine per la presentazione delle domande di nuove concessioni o di ampliamento per l’occupazione di suolo pubblico.

Detassazione dei contributi Covid-19 (DL ristori 2020)

Viene esplicitata la detassazione ai fini delle imposte dirette ed Irap di tutti gli aiuti Covid disposti a partire dalle dichiarazioni di stato di emergenza sul territorio nazionale, a prescindere dal soggetto che li ha erogati indipendentemente dalle modalità di fruizione e contabilizzazione.

Credito d’imposta per l’adeguamento degli ambienti di lavoro (legge di Bilancio)

Confermato il credito d’imposta per l’adeguamento degli ambienti di lavoro; il tempo a disposizione per richiedere il beneficio viene esteso di altri 6 mesi, quindi potrà essere richiesto fino alla fine di giugno 2021, anche con cessione del credito.

Bilanci per le società di capitali ((legge di Bilancio)

Viene rinviato al 2025 l’obbligo del ripianamento delle perdite d’esercizio relative al bilancio esercizio dell’anno 2020 per le società di capitali (SPA – SRL – Cooperative).

 

FAMIGLIA WELFARE - CONSUMATORI

Lotteria degli scontrini (legge di Bilancio e Decreto Milleproroghe)

La lotteria degli scontrini abbandona i contanti, nell’ottica di favorire i pagamenti digitali. Il “gioco” di Stato contro l’evasione fiscale sarà dedicato esclusivamente ai pagamenti tramite carte, bancomat ed altri sistemi tracciabili. Si ricorda che è stato prorogato al 1° febbraio 2021 la partenza del provvedimento.

Cashback standard (Decreto Mef del 24.11.2020)

Entra a regime a partire dal 1° gennaio il cashback standard vale a dire il rimborso da parte del Mef del 10% (per un massimo di euro 300) sull’importo degli acquisti che verranno effettuati (minimo 50 operazioni) con carte o altre applicazioni di pagamento  (Satispay) nel semestre. I rimborso ottenuti non concorreranno alla formazione del reddito del percipiente ed inoltre non sono assoggetti ad alcun prelievo erariale.

Assegno unico per figli (legge di Bilancio)

Tra le novità più attese, partirà dal l’luglio 2021 l’assegno unico e universale per i figli a carico under 21, modulato sulla base dell’ISEE e sarà esteso anche agli autonomi e agli incapienti. La sua entrata in vigore è prevista per il 1° luglio 2021.

Altre disposizioni a favore delle famiglie (legge di bilancio)

Altre conferme a tutela delle famiglie, si avranno con le proroghe previste ai seguenti provvedimenti:

  • Bonus bebè prorogata al 2021 l’assegno di natalità che varierà a seconda della condizione economica del nucleo familiare:
  • con ISEE fino a 7.000 euro è di 160 euro al mese;
  • con ISEE tra 7.000 euro e 40.000 euro il bonus è di a 120 euro al mese;
  • con ISEE superiori a 40.000 euro l’importo è di 80 euro mensili
  • Bonus nido confermato per il 2021 lerogazione del bonus nido alle famiglieche devono mandare all’asilo i propri bimbi. L’incentivo conserva, anche per l’anno 2021, gli stessi criteri di accesso stabiliti fino a oggi.
  • Congedo di paternitàelevato per il 2021 fino a 10 giorni.

Reddito di cittadinanza (legge di Bilancio)

Viene rifinanziato fino al 2029 il reddito di cittadinanza. Le regole per l’assegnazione restano le stesse di quelle previste dalla legge n. 26 del 29 marzo 2019.

Auto e moto (legge di Bilancio)

Viene previsto un contributo statale al fine di incentivare l’acquisto di nuovi autoveicoli e motoveicoli a ridotte emissioni di CO2. Rifinanziato anche il  bonus mobilità.

Bonus smartphone e digitalizzazione (legge di Bilancio)

Tema centrale della nuova Legge di Bilancio sono gli investimenti nella digitalizzazione, per ridurre il divario digitaledelle famiglie a basso reddito. Si prevede la concessione di un dispositivo mobile in comodato d’uso gratuito a determinate condizioni:

  • almeno un figlio iscritto ad un ciclo di istruzione scolastica o universitaria;
  • reddito ISEE non superiore a 20.000 euro annui;
  • non essere titolari di un contratto di connessione internet e di un contratto di telefonia mobile;
  • dotarsi del sistema pubblico di identità digitale (SPID). 

Le modalità di accesso al beneficio saranno definite entro 60 giorni dall’entrata in vigore della Manovra con decreto del Presidente del Consiglio o con decreto del Ministro per l’innovazione tecnologica e la digitalizzazione.

Bonus TV (legge di Bilancio)

In arrivo anche il bonus tv per le famiglie con Isee fino a 20 mila euro. Anche in questo caso si tratta di un voucher o buono di 50 euro per l’acquisto di un televisore nuovo e di nuova generazione, per favorire il rinnovo o la sostituzione del parco degli apparecchi televisivi non idonei alla ricezione dei programmi con le nuove tecnologie DVBT2 e favorire il corretto smaltimento degli apparecchi obsoleti, attraverso il riciclo.

Bonus occhiali e lenti a contatto (legge di Bilancio)

In risposta all'emergenza coronavirus, viene istituito un contributo (voucher) di euro 50 per l'acquisto di occhiali da vista e lenti a contatto correttive per i nuclei familiari con un valore ISEE non superiore a 10.000 euro annui. 

Detrazione spese veterinarie (legge di Bilancio)

Innalzata dal 2021 a euro 550 (rispetto agli attuali euro 500) la quota massima detraibile per le spese veterinarie.

 

Metromappa dei Servizi

Europe, Rome

 

 


 


I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.